logo-colori-ridimensionato_1472809254880
01/10/2016, 09:57

SINP





 



In attuazione di quanto disposto dal decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 (cosiddetto "Testo unico sulla salute e sicurezza sui luoghi di lavoro"), è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del 29 settembre scorso il decreto interministeriale del 25 maggio 2016, n. 183, che stabilisce le regole per la realizzazione ed il funzionamento del sistema informativo nazionale per la prevenzione nei luoghi di lavoro (SINP),nche avranno decorrenza dal 12 ottobre prossimo, realizzando un ulteriore tassello per la piena applicazione del D.Lgs. n. 81/2008.
Il sistema, che si basa sulla cooperazione applicativa tra gli enti che ne fanno parte (i ministeri del Lavoro, della Salute e dell’Interno, le Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano, l’INAIL), ha lo scopo di fornire dati utili per orientare, programmare, pianificare e valutare l’efficacia delle attività di prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali, nonché per indirizzare l’attività di vigilanza attraverso l’utilizzo integrato delle informazioni disponibili negli attuali sistemi informativi anche mediante banche dati unificate.
In particolare, il SINP renderà disponibili agli enti fruitori, elencati nell’allegato E del decreto, gli strumenti di accesso e di analisi dei dati ritenuti adeguati, nel rispetto della privacy. I dati contenuti nel SINP riguardano, tra l’altro, il quadro produttivo e occupazionale, quello dei rischi in materia di salute e sicurezza sul lavoro, compresi quelli del settore marittimo delle forze armate relativamente alle attività operative e addestrative, gli interventi di vigilanza da parte degli organi preposti comprendenti i dati relativi alle violazioni accertate nello svolgimento dell’attività ispettiva, nonché gli infortuni sotto la soglia di indennizzabilità, da parte dell’INAIL, di ogni settore di attività.


1

S T U D I O A N I T A


facebook
twitter
linkedin

Studio Ing. Oppini | Partita IVA 02174120200 | Tutti i diritti riservati

Create a website