logo-colori-ridimensionato_1472809254880
17/01/2017, 01:26

SISTRI, rinvio, milleproroghe





 



Il decreto legge 30 dicembre 2016, n. 244 (c.d. milleproroghe), pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 304 del 30 dicembre 2016, recante disposizioni urgenti in materia di proroga di termini previsti da disposizioni legislative ed in vigore dal 30 dicembre scorso, ha disposto la proroga dell’avvio della piena operatività del sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (SISTRI), che scatterà, invece del 1° gennaio 2017 come previsto, alla data del subentro nella gestione del servizio da parte del nuovo concessionario e comunque non oltre il 31 dicembre 2017; sino a tale momento il decreto stabilisce anche il dimezzamento delle sanzioni concernenti l’omissione dell’iscrizione al SISTRI e del pagamento del contributo per l’iscrizione stessa.
Di conseguenza, per i soggetti obbligati al SISTRI (produttori di rifiuti pericolosi con più di 10 dipendenti e gestori di rifiuti pericolosi) anche per il 2017 si prospetta lo scenario del doppio regime per i rifiuti pericolosi, che prevede la registrazione sia cartacea che informatizzata ed il conseguente congelamento delle sanzioni per il mancato adeguamento alle procedure di tracciamento informatizzato.
Le sanzioni verranno applicate solamente in caso di inadempienze agli obblighi "cartacei" (registro di carico e scarico e formulari di identificazione), sebbene continuino ad essere sanzionabili, seppur in misura ridotta, la mancata iscrizione al SISTRI e l’omesso versamento del relativo contributo annuale.
A partire dal 1° gennaio 2018, in assenza di ulteriori proroghe, verranno invece applicate le sanzioni relative al mancato o non corretto utilizzo del SISTRI.


1

S T U D I O A N I T A


facebook
twitter
linkedin

Studio Ing. Oppini | Partita IVA 02174120200 | Tutti i diritti riservati

Create a website