logo-colori-ridimensionato_1472809254880
21/03/2017, 11:31

milleproroghe, macchine agricole, antincendio





 



Con legge 27 febbraio 2017, n. 19 (pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 49 del 28 febbraio 2017, Supplemento Ordinario n. 14) è stato convertito in legge, con modificazioni, il decreto-legge 30 dicembre 2016, n. 244, recante proroga e definizione di termini (cosiddetto "decreto milleproroghe").
Di seguito alcune modifiche in materia di salute e sicurezza sul lavoro apportate dalla legge di conversione al decreto-legge:
  • Rinvio al 31 dicembre 2017 dell’entrata in  vigore dell’obbligo dell’abilitazione all’uso delle macchine agricole, in  attuazione  di quanto disposto dall’Accordo Stato-Regioni del 22 febbraio 2012. Entro il 31 dicembre 2018 i lavoratori del settore agricolo in possesso di esperienza documentata almeno biennale devono frequentare il corso  di aggiornamento di cui al  punto 9.4 dell’Allegato A al suddetto Accordo;
  • Proroga al 31 dicembre 2017 per l’adeguamento alla normativa antincendio di scuole e asili nido;
  • Differimento al 31 dicembre 2017 del termine per alcuni adempimenti in materia di prevenzione incendi da parte delle strutture turistico-alberghiere. In particolare, la proroga riguarda le strutture con oltre 25 posti letto, esistenti alla data di entrata in vigore del decreto ministeriale 9 aprile 1994 (recante regola tecnica di prevenzione incendi per la costruzione e l’esercizio delle attività ricettive turistico-alberghiere) ed in possessondei requisiti per l’ammissione al piano straordinario biennale di adeguamento antincendio, approvato con decreto del Ministero dell’Interno 16 marzo 2012;
  • Proroga al 12 ottobre 2017 per l’obbligo, a carico del datore di lavoro e del dirigente, della comunicazione in via telematica all’INAIL dei dati relativi agli infortuni che comportano l’assenza dal lavoro di almeno un giorno, escluso quello del giorno dell’infortunio;
  • Proroga al 7 ottobre 2017 del termine per alcuni adempimenti richiesti dalla normativa per la prevenzione degli incendi (D.P.R. n. 151/ 2011) da parte dei soggetti responsabili delle "nuove attività" soggette ai controlli di prevenzione incendi (infrastrutture di trasporto a elevato rischio, grandi complessi per il terziario, demolizioni di veicoli e simili con relativi depositi, strutture turistico-ricettive all’aria aperta).


1

S T U D I O A N I T A


facebook
twitter
linkedin

Studio Ing. Oppini | Partita IVA 02174120200 | Tutti i diritti riservati

Create a website