logo-colori-ridimensionato_1472809254880
17/05/2019, 17:01



Silenzio-assenso-nei-procedimenti-per-l’installazione-di-sistemi-di-controllo,-interpello-del-MinLavoro


 



Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali hapubblicato l’interpello n. 3dell’8 maggio 2019, con il quale risponde ad un quesito delConsiglio nazionale dell’ordine dei consulenti del lavoro, in merito allaconfigurabilità della fattispecie del silenzio-assenso con riferimento allarichiesta di autorizzazione all’installazione ed utilizzo degli impiantiaudiovisivi e degli altri strumenti di cui all’attuale articolo 4, comma 1,della legge 20 maggio1970, n. 300. E ciò in considerazione delle disposizioni della legge n.241/1990 che dispongono che il silenzio dell’amministrazionecompetente equivalga ad accoglimento della domanda.
Più in particolare, si chiede se il silenzio dell’organoamministrativo adito, in relazione all’istanza di autorizzazione, possa essereconsiderato un assenso tacito all’istanza medesima, in virtù del qualel’impresa possa procedere all’installazione degli impianti richiesti.
La risposta del Ministero esclude che, conriferimento ai procedimenti attivabili mediante la presentazione dell’istanzadi cui all’articolo 4, comma 1, della legge n. 300 del 1970 e successive modificazioni, sia configurabile l’istituto delsilenzio-assenso, occorrendo l’emanazione di un  provvedimento espresso diaccoglimento ovvero di rigetto della relativa istanza.
17/05/2019, 15:49



Certificazione-e-verifica-di-impianti-e-apparecchi,-nuovo-applicativo-Inail


 



Con la circolare n. 12 del 13 maggio 2019 l’Inail hafornito le istruzioni operative del nuovo applicativo telematico CIVA, che apartire dal prossimo 27 maggio dovrà essere utilizzato per richiedere online,sul portaledell’Istituto, i servizi di certificazione e verifica di impianti eapparecchi.
La novità, per ilmomento, riguarda le richieste relative ai seguenti servizi:
  • Denuncia di impianti elettrici di messa a terra;
  • Denuncia di impianti di protezione da scariche atmosferiche;
  • Messa in servizio e immatricolazione delle attrezzature di sollevamento;
  • Riconoscimento di idoneità dei ponti sollevatori per autoveicoli;
  • Prestazioni su attrezzature di sollevamento non marcate CE;
  • Messa in servizio e immatricolazione degli ascensori e dei montacarichi da cantiere;
  • Messa in servizio e immatricolazione di apparecchi a pressione singoli e degli insiemi;
  • Approvazione del progetto e verifica primo impianto di riscaldamento;
  • Prime verifiche periodiche.
Fino alcompletamento del processo per la gestione online di tutte leprestazioni di certificazione e verifica, ulteriori servizi (come la messa inservizio cumulativa di attrezzature a pressione, la riparazione e la taraturadelle valvole) dovranno essere richiesti utilizzando i moduli disponibili sulportale Inail, da inviare tramite posta elettronica certificata (PEC). La postaordinaria o la consegna a mano saranno ammesse solo per particolari allegatiper i quali le procedure di digitalizzazione risultino essere troppo complesse.
In attesa didefinire e sviluppare apposite funzioni, le richieste di servizi tramite gliSportelli unici per le attività produttive (SUAP) e quelle relative alMinistero dell’istruzione, dell’università e della ricerca (MIUR) continuerannoa essere inoltrate via PEC all’Unità operativa territoriale Inail competente.In alternativa, le strutture del MIUR potranno avvalersi di consulenti tecniciper l’inoltro tramite CIVA.
Per utilizzare l’applicativo CIVA sarà necessario essereregistrati al portale Inail e accedere utilizzando uno dei profili adisposizione, ai quali è stato aggiunto quello di "consulente per leattrezzature e impianti".
Con l’avvio del nuovo servizio telematico, cambianoanche le procedure di pagamento delle prestazioni richieste. Il sistema"pagoPA", infatti, mette a disposizione diversi canali, come home banking e PayPal,e consente l’abbinamento immediato della somma pagata con il servizio erogato.Grazie a un’apposita funzione presente sull’applicativo, durante la fase ditransizione al nuovo sistema sarà comunque possibile inserire un pagamento giàeffettuato attraverso i canali tradizionali.
Per ulteriori informazioni, oltre al manuale utentepubblicato nell’area supporto del portale dell’Istituto, sono disponibili ilservizio telematico "Inail risponde", che può fornire assistenza durantel’utilizzo dei servizi online, e il Contact center telefonico,raggiungibile dal lunedì al venerdì, nella fascia oraria 9-18, al numero 06 6001.
17/05/2019, 14:52



Gas-fluorurati,-soppressione-della-dichiarazione-F-gas


 



A decorrere dal 24 gennaio 2019, data di entrata invigore del D.P.R. 16 novembre 2018, n. 146 n. 146, è cessatol’obbligo di comunicazione annuale ad ISPRA delle informazioni riguardanti lequantità di emissioni in atmosfera di gas fluorurati a effetto serra (F-gas).
Pertanto, la dichiarazione F-gas relativa ai datidell’anno 2018, prevista con termine al 31 maggio 2019, da parte dei detentoridi apparecchiature fisse (di refrigerazione, condizionamento d’aria, sistemifissi di protezione antincendio, pompe di calore, contenenti 3 kg o più di gasfluorurati ad effetto serra), non risulta necessaria.
Il relativo portale web continueràa garantire l’accesso alle aree di lavoro esistenti, per la sola consultazione delledichiarazioni già effettuate. Saranno invece impossibili le seguenti operazionirelative alla registrazione di nuovi utenti e all’inserimento di nuovedichiarazioni con riferimento agli anni dal 2012 al 2017.
In sostituzione della dichiarazione F-gas è stata istituita una "Banca dati gas fluorurati a effetto serra eapparecchiature contenenti gas fluorurati" (articolo 16 del D.P.R.n. 146/2018), a cui gli addetti disettore, cioè venditori di gasfluorurati, frigoristi, installatori e manutentori, dovranno inviare, esclusivamente per viatelematica, i dati relativi allevendite di F-Gas e di apparecchiatureche li contengono, nonché le attività di assistenza, manutenzione, installazione, riparazione e smantellamentodi tali apparecchiature, entro 30giorni dalla data di intervento.
La gestione del Registro telematico nazionale delle persone e delle imprese certificatee della Banca dati sarà curatadalle Camere di Commercio dei comuni capoluogo di Regione.
Dalla data di piena efficienza della Banca dati sarà possibileai detentori delle apparecchiature consultare e documentare tutte le attivitàregistrate dai soggetti abilitati in relazione alle proprie attrezzature edimpianti.
Considerato l’obbligo di costante aggiornamento della Banca datiil mantenimento del registro dell’impianto da parte del detentoredell’apparecchiatura perderà di significato; si consiglia in ogni caso diconservare i registri esistenti a documentazione delle attività di controlloprecedentemente effettuate.


12353

S T U D I O A N I T A


facebook
twitter
linkedin

Studio Ing. Oppini | Partita IVA 02174120200 | Tutti i diritti riservati

Create a website